CHI SIAMO

L’EDILIZIA E L'IMPRESA DE VALLE

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~::~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Una storia iniziata nel 1976, in un settore, quello edilizio,
che oggi è sempre più strettamente collegato al rispetto per l’ambiente.

Un passaggio chiaro, che a partire dal 2000, in seguito ad una specifica autorizzazione rilasciata dalla Provincia di Cuneo, vede impegnata, in modo forte, l’impresa Devalle nelle attività di riciclo dei materiali inerti da costruzione e demolizione.

Un nuovo campo d’azione, dunque, per un’azienda da sempre presente con successo nel settore edilizio “classico”, ovvero nella realizzazione di acquedotti e di fognature, nelle procedure di scavo e demolizione.

Perché riciclare? Perché i rifiuti da costruzione e demolizione deturpano l’ambiente e saturano le discariche ormai incapaci di contenere gli enormi volumi dei detriti.

L’impresa Devalle, concentrando le proprie forze sulle attività di riciclo, percorre la strada del rispetto ambientale. Rispetto che si manifesta in una gestione più oculata delle materie prime utilizzate per le costruzioni ( ghiaia, sabbia, tout venant) di fatto illimitate.

..l’azienda va oltre: riciclare significa infatti anche poter offrire una gamma di prodotti caratterizzati da prezzi più bassi e da una qualità di prestazioni in tutto e per tutto identiche al materiale naturale.

IMPRESA E AMBIENTE

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~::~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

L’impresa Devalle lavora adeguandosi a specifiche modalità, in perfetta sintonia con la strategia europea in materia ambientale; strategia che sostiene lo sviluppo di strumenti politici ed economici in grado di prevenire l’impatto ambientale ed economico dei rifiuti da costruzione.

Una politica che in Italia, attraverso il decreto Ronchi del 5 febbraio 1998, fissa punti essenziali in materia di smaltimento dei rifiuti inerti. Principi chiari, in cui l’impresa Devalle crede fortemente, perché l’economia produttiva nel settore edile e il risparmio ecologico sono sempre più in stretta correlazione.

In base alle normative vigenti, è VIETATO L’UTILIZZO TAL QUALE delle macerie derivanti da costruzioni e demolizioni. IL PRODUTTORE DEI RIFIUTI E’ OBBLIGATO a CONFERIRE a SOGGETTI AUTORIZZATI i rifiuti stessi, affinchè venga effettuato IL RECUPERO o LO SMALTIMENTO a NORMA DI LEGGE.

..conviene anche ate! Diversi sono i vantaggi che derivano dall’utilizzo del materiale riciclato: è economico, garantisce le stesse prestazioni del prodotto nuovo; costituisce un’alternativa allo sfruttamento delle cave, i cui prodotti (sabbia, ghiaia, etc…) non sono disponibili illimitatamente.

COSTRUZIONI: NUOVE RISORSE DI QUALITA’

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~::~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

La trasformazione dei rifiuti inerti in materiale destinato ad un nuovo uso in ambito edile si fonda su un processo di ampio respiro che l’impresa Devalle segue passo dopo passo.

Con i propri mezzi scarrabili, l’impresa si fa carico non solo della raccolta dei rifiuti inerti, ma anche di rifiuti non pericolosi in genere, come la plastica, il ferro, la carta, il legno, etc.

Alla fase della raccolta segue la messa in riserva: i rifiuti vengono infatti ammucchiati per poi essere ripuliti dalle frazioni di materiale indesiderato, attraverso l’azione di speciali macchine frantumatrici. Il gradino successivo è rappresentato dalla vagliatura granulometrica che permette di separare in diverse classi il nuovo materiale e di ottenere dai detriti, tre tipi di prodotti: sabbione riciclato 0/10 , detrito 10/60 e detrito 60/80.

Prima della messa sul mercato dei nuovi materiali, l’impresa Devalle si affida alla competenza di qualificati laboratori esterni, pronti a verificare l’impatto sull’ambiente degli aggregati trattati, con una serie di analisi specifiche che ne garantiscono l’idoneità e rivelano le potenziali emissioni di eventuale materiale dannoso.
Superati specifici test, i prodotti Devalle vengono commercializzati sull’intero mercato edile piemontese.